Classifiche

Che siano di dischi, di libri o di film, le classifiche di fine anno
che andrete a stilare, verranno lette al 99% da voi medesimi
per una particolare forma di autocompiacimento,
 e per il restante 1% da voi medesimi.

Comunicazione di servizio

Servono
 U R G E N T E M E N T E
 ballerini esperti nel metodo di danza casuale di Odette Lee Cook
originale del 1844!
Se vi sentite all'altezza recatevi tosto
al salone delle feste di Bishop's Stortford, nell'East Hertfordshire,
diversamente non fate perdere tempo.

Festività natalizie

Il 99% di voi, durante le festività natalizie, pensa di aprire un ristorante
e di farci cucinare la propria madre senza pagarla.
Il restante 1% lo ha già fatto.

Porky shoes

Sesso e laicità

La prima volta che mi dichiarai

Ogni 24 di dicembre mi torna alla mente la prima volta che, col coraggio della gioventù, mi proposi come fidanzato ad una ragazza.
Vivevo a Bishop’s Waltham nella contea dell’Hampshire, avevo 81 anni e lavoravo come paggio soffiatore raffreddatore di minestra presso la villa della Duchessa di Andover.
Quel giorno venni convocato per una commissione dal capo cucina Basil Hobbs: “Giovanotto, recati tosto in paese alla drogheria Cuadretti, mi raccomando Cuadretti con la C, e procurati del cerfoglio, altrimenti la minestra della Duchessa mancherà di sapore. Vedi di sbrigarti.”
Per fare prima possibile presi la Porsche 911 S del ’66 del Duca. Trovare la drogheria Cuadretti non fu difficile, era l’unica con la C, parcheggiai ed entrai.
Dietro al banco a servire c’era più o meno tutta la famiglia Cuadretti ma, sfortunatamente, a me toccò la figlia più odiosa, Connie Cuadretti.
“Che vuoi?” mi chiese sgarbata.
“Cerfoglio.” risposi secco.
“Cerfoglio? Sei gay?”
“No, mi serve solo del cerfoglio, ed ho molta fretta.”
Fece una smorfia schifata e si ritirò nel retrobottega. Quando riapparve con quei mazzetti di cerfoglio tra le mani la trovai improvvisamente bellissima e la immaginai con un bouquet di rose, vestita da sposa al nostro matrimonio.
Senza far caso, come avrei dovuto, al fatto che mi sbattè i ciuffi di cerfoglio in faccia, mi dichiarai: “Signorina Quadretti, lei è meravigliosa, vorrebe fidanzarsi col sottoscritto?”
Purtroppo non le sfuggì l’errore che feci pronunciando il suo nome e mi stampò una pigna in bocca.
Stramazzai al suolo. Un po’ per tranquillizzare la clientela ma anche per sincera preoccupazione, Rudolph Cuadretti, l’unico figlio maschio cheto e gentile della famiglia Cuadretti  venne a soccorrermi, Connie però gli fece cenno di stare alla larga e rivolgendosi a tutti i presenti disse: “E’ tutto a posto, io e il mio fidanzato abbiamo avuto un battibecco.”
Con una mano dietro la nuca mi sistemò a sedere, poi mi baciò. Sapeva di cerfoglio, io di sangue.

Feci tardi e il capo cucina Basil Hobbs si arrabbiò molto. Anche il Duca si arrabbiò molto per via della Porsche,  fatto sta che il giorno seguente venni licenziato.
Connie Cuadretti invece, per un po’ di tempo se ne andò in giro dicendo che eravamo fidanzati, benché dopo quel breve attimo, io avessi ripreso ad odiarla come e più di prima.

Confidenze di Natale

"Gesù, che cos'hai? Sembri triste."
"Ma no niente, si avvicina il mio compleanno..."
"Mbeh?"
"Festeggiare ancora il compleanno passati i 2.000... cioè... mi sento come un vecchio col cappellino di carta e la lingua di Menelik... ecco, l'ho detto."
"Credo di capire."
"Scusa lo sfogo."
"E' tutto ok, mi piace quando ti confidi con me."
"Mi piace confidarmi con te."
"Quindi, come la chiudiamo questa conversazione?
"Io la concluderei così: il Natale no, il Natale no no, il Natale no no no!"
"Che matto che sei, buon Natale Gesù."
"Buon Natale Julio."

Pechblenda

Il periodo della giovinezza che ricordo più piacevolmente è quello dei Pechblenda, la band in cui suonavo intorno ai 70 anni insieme a Gesù, Adam Ant e Nino Bixio.
Ci chiamavamo Pechblenda in onore del nostro minerale radioattivo preferito, o meglio, il preferito mio di Adam Ant e di Nino Bixio, perchè Gesù non aveva veramente un minerale radioattivo preferito, fingeva per fare dispetto al suo severo padre che voleva che amasse indistintamente tutti i minerali, strano tipo suo padre, molto schivo, ora che ci penso credo di non averlo nemmeno mai visto.
Una sera, durante un infuocato concerto al Maramagma, il locale più IN di Much Wenlock nella contea dello Shropshire, Gesù, sempre per fare dispetto al suo severo padre che non voleva che si scalmanasse, si scalmanò. A metà del nostro brano più noto, Miao Again, approfittando del lungo assolo di batteria di Nino Bixio, posò il basso, guardò me e Adam Ant e disse "Che sian scribi o farisei, mi tufferò tra di loro dal palco" e poi, mentre spiccava il volo, "Già una volta morii, ma poi risorsi".
Non atterrò mai, fu letteralmente assorbito dalle mani alzate dei fans che lo acclamavano pronti a prenderlo, scomparve. Il concerto venne interrotto, ma nessuno protestò perchè quell'irripetibile effetto speciale valeva più del prezzo del biglietto.
Gesù non lo rivedemmo mai più, tuttavia, pur essendo un bassista mediocre, grazie alla sparizione diventò una leggenda del rock.
I Pechblenda lo sostituirono con una certa Connie Cuadretti, Cuadretti con la C, perchè pare che avere un bassista donna fosse IN, ma che errore fu, si rivelò odiosa, dispotica e manesca.
Dopo nemmeno un mese la band si sciolse.

Il quinto bacio

Ogni 20 di dicembre mi torna alla mente il mio quinto bacio.
Avevo 79 anni, per campare mi ero unito al circo Hobbs, la mattina non mi radevo e la sera, con le imbottiture nei punti giusti, facevo il numero della donna barbuta.
Quel giorno piantammo il tendone a Poulton-le-Fylde, nel Lancashire, e un cattivo presentimento mi pervase già al primo paletto.
La sera a fine spettacolo, mi ritirai per togliere le imbottiture dai punti giusti, ed eccola lì, l'odiata Connie Cuadretti, Cuadretti con la C, che avevo notato poco prima in mezzo al pubblico, ora se ne stava seduta sulla scaletta del mio carrozzone.
"Tu non sei una donna" disse guardandomi in cagnesco.
"Sono più donna di te" le risposi con un imbarazzante falsetto inventato sul momento, d'altronde durante il mio numero non dovevo parlare.
"Impostore! Rivoglio i soldi del biglietto!" urlò avventandosi su di me.
Mi strappò le ciglia finte e con quelle anche le vere sulle quali erano incollate, a seguire un calcione in mezzo alle gambe.
Caddi a terra ranicchiato nel dolore, senza respiro e annaspando con le braccia, proprio come quando si è maschi e si riceve un calcione in mezzo alle gambe.
Prima di andarsene, raccolse 99 pence che erano caduti dalla tasca segreta sita tra le imbottiture nei punti giusti, li trattenne a titolo di rimborso del biglietto, poi mi baciò. Sapeva di ambra-magnolia, io di acetilcisteina.

Da quella volta non mi esibii più come donna barbuta, provai per un po' a mangiare il fuoco ma mi venne la gastrite e lasciai il circo Hobbs. Connie Cuadretti invece, verificò sempre che le donne barbute dei circhi che arrivavano in città, fossero effettivamente donne piazzando loro un calcione tra le gambe.



Occasioni mancate

Il 30 marzo del 1967, mi trovavo al Chelsea Manor Photograpic Studios immerso in una scenografia caotica, d’un tratto il cartonato di Bob Dylan che stava al mio fianco, mi disse: “Hai una scarpa sclacciata.” Mi chinai per riannodare le stringhe e in quel mentre il fotografo, Michael Cooper, fece lo scatto.
Fu così che non venni immortalato sulla copertina di Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band.
Che tu sia  maledetto Bob Dylan, che tu sia maledetto.

La seconda volta che feci all'amor ed il mio quarto bacio

Ogni 16 di dicembre mi tornano alla mente la seconda volta che feci all'amor ed il mio quarto bacio.
Avevo 77 anni, vivevo ad Appleby-in-Westmorland, nella contea del Cumbria, facevo il regista ma, dopo il flop del peplum "Maciste contro il fumo passivo", caddi in disgrazia e fui costretto a stare nel garage della famiglia Cuadretti, Cuadretti con la C. Era l'unico affitto che potevo permettermi.
I Cuadretti erano persone odiose, ad eccezione di Rudolph, l'unico figlio maschio, che era cheto e gentile.
Quella mattina venni svegliato da "Back in the U.S.S.R." dei Beatles suonata a volume altissimo, uscii dal garage in pigiama, la musica proveniva dalla camera di Connie Cuadretti, la figlia più odiosa dell'odiosa famiglia Cuadretti.
Mi affacciai alla sua finestra, mi vide.
"Che c'è, non ti piacciono i Beatles?" chiese.
"Oh sì che mi piacciono, sono la mia orchestra musica e spettacolo preferita" risposi.
"Entra pivello, fammi vedere come balli" disse.
Mentre scavalcavo la finestra Connie Cuadretti mise nel giradischi il 45 giri di "Twist and shout" ed io, una volta dentro, iniziai a dimenarmi come se avessi delle api nelle braghe del pigiama.
Proprio come mi sarei dovuto aspettare, prese a canzonarmi dicendo che ballavo come una femminuccia e che avevo stecchi di gelato al posto delle gambe, poi d'improvviso mi scaraventò sul letto e mi fece all'amor.
Mi stava appunto facendo all'amor quando, senza bussare, entrò il fratello cheto e gentile Rudoplh Cuadretti, analizzò in pochi attimi la situazione poi scappò urlante e in lacrime. Avevo sempre avuto il sospetto di piacergli.
Connie Cuadretti divenne una furia, mi assestò una pigna nell'occhio sinistro e sbraitò "Ecco, sei contento, hai fatto piangere mio fratello!", poi mi baciò. Lei sapeva di ylang-ylang, io di sangue che mi colava dall'arcata sopraccigliare.
Dopo secondi 7, Connie Cuadretti mi scaraventò per la seconda volta nella mattina ma, questa volta, fuori dalla finestra.

Il giorno seguente ricevetti lo sfratto, mentre a Connie Cuadretti venne l'idea di unire la danza alla violenza ed inventò un ballo dove ci si prendeva a spallate, lo chiamò "Sfogo", nome che col tempo venne storpiato dai ballerini che avevano perso i denti in "Pogo".

Pinza fustellatrice

Cos'è che fino ad ora vi ha impedito di avere in casa,
tra le vostre cose più preziose, una pinza fustellatrice?
Ogni volta che dovete aggiungere un buco alla cinta,
il pensiero va a lei, la pinza fustellatrice.
 Ohhh se solo avessi un pinza fustellatrice,
già ma poi non la comprate perchè,
Che la compro a fare, la userei una volta e poi più.
Ebbene, da stasera, alle 9 PM presso la sala polivalente
della gipsoteca di Newbiggin-by-the-Sea,
 al via la prima lezione del mio corso per costruire
una pinza fustellatrice con oggetti di uso comune,
nella fattispecie un chiodo e un martello.

Il terzo bacio

Ogni 14 di dicembre mi torna alla mente il mio terzo bacio, avevo 75 anni e vivevo a Woodley, nel Berkshire.
Quella mattina presi il torpedone organizzato dal locale circolo sportivo, per recarmi a Crowthorne con la squadra di Dodgeball per la quale ero addetto agli asciugamani, le Cuadretti Sisters.
Le Cuadretti Sisters, Cuadretti con la C, erano Connie, Bettie, Ettie e Gettie, poi c'era il fratello Rudolph, l'animo gentile della famiglia, quella sera, con le loro divise di raso, si sarebbero giocate il gran derby del Berkshire.
Durante il viaggio ci fermammo all'autogrill per ristorarci, io andai diritto al reparto cioccolate e quando feci per prenderne una, sentii una voce bisbigliarmi "Rubane una per me" da dietro le spalle, mi girai, era l'odiata Connie Cuadretti. "Non ci penso proprio" le dissi e andai a pagare la mia cioccolata.
Riprendemmo il viaggio, dopo minuti 2 e secondi 39, Connie Cuadretti si sedette al mio fianco e mi sfilò dalla tasca una cioccolata alle nocciole che non era la stessa che avevo comperato io, ce l'aveva infilata lei all'autogrill, era riuscita a farmela rubare. La scartò, le diede un morso, poi mi baciò. Lei sapeva di fondente e di nocciole, io di sangue perchè, per l'agitazione post-furto, mi ero martoriato un labbro. 
Quella sera le Cuadretti Sisters persero il gran derby del Berkshire e Connie Cuadretti diede la colpa a me perchè gli asciugamani erano ruvidi.

Dopo quel giorno, a Connie Cuadretti venne l'idea di vendere, durante le feste di paese, quadretti di cioccolata incartati con messaggi scritti di suo pugno.
All'inizio i messaggi erano del tipo "Ti spacco la faccia", "Sei morto" e "Ce l'hai con me?", poi fortunatamente intervenne il fratello, Rudolph Cuadretti, che rese la cosa molto più sentimentale.
      

La prima volta che feci all'amor, che feci all'amor

Ogni 13 di dicembre mi torna alla mente la prima volta che feci all'amor, avevo 73 anni, vivevo a Englefield Green nella contea del Surrey, ero spavaldo e assetato di esperienze.
Quel pomeriggio, io, Gesù, Adam Ant e Gregor Samsa, giocavamo a palla bollata nel cortile della parrocchia di Saint Prometheus quando, da dietro il sagrato, sbucò l'odiata Connie Cuadretti, Cuadretti con la C.
Connie Cuadretti, come suo solito, iniziò con le provocazioni, disse che giocavamo come femminucce e che avevamo le braccia di burro, poi si impossessò della palla e ci bombardò come se di palle ne avesse 1.000, piovevano colpi da tutte le parti.
Gregor Samsa e Gesù si fecero subito da parte, il primo perchè in queste situazioni diventava piccolo come un insetto e il secondo perchè il suo severo padre non voleva che reagisse alle provocazioni.
Adam, 10 minuti dopo, disse "Ho appuntamento dal dentista" e in effetti andò dal dentista.
Rimasi solo a prender pallonate ma non volevo darla vinta a Connie Cuadretti che, da parte sua, si stava sovraeccitando per la mia ostinata resistenza, tanto che dopo minuti 57 e secondi 3 sospese l'attacco e disse "Vieni un po' qui".
Mi prese per un braccio e mi portò dietro ad un cespuglio.
Mentre facevamo all'amor notai che Connie Cuadretti profumava di routine, io di verginità persa, ma poi anche di sangue perchè appena terminato, già sfinito, mi tramortì definitivamente tirandomi con violenza la palla in faccia. Avevo il naso rotto e lei gridava "Affondato! Affondato!" 
Quella fu la prima volta che feci all'amor, che feci all'amor.

Per concludere aggiungo che Connie Cuadretti, dopo quel giorno, apportò alcune modifiche alle regole della palla bollata, si procurò quattro compari, delle bizzarre divise di raso e invento il Dodgeball.

Why did you shoot him?

TRAMA
Una ragazza madre mette al mondo
un neoneato dal carattere difficile
che cerca di impedirle in tutti i modi di fidanzarsi.
Alla fine lo spasimante muore.

Quote rosa

"Io non ricevo gloria dagli uomini", disse un giorno Gesù a me,
Giacomo il Maggiore e Adam Ant, il quale polemizzò:
"Tuttavia non ci sono quote rosa tra gli Apostoli."

Neurotic Fluffy

Il futuro di Piero Peluche è quantomai incerto.
Andrai mai in pensione Piero Peluche?
Povero Piero Peluche.

Lennon - McCartney

Secondo una recente ricerca da me condotta,
il 100% delle persone che nel corso
della vita hanno suonato in
un'orchestra musica e spettacolo di nome Beatles,
per vari motivi diventa immortale.


Frutta secca

Nel 1953, a Cleobury Mortimer nello Shropshire, 
caramellavo frutta secca all'angolo della strada.
Un giorno di dicembre molto molto molto freddo,
un croccante mi guardò e disse:
"Dai, torniamo a casa..."


Il primo bacio, poi il secondo

Tutti gli anni, al 2 di dicembre, mi torna alla mente il giorno del mio primo bacio.
A quel tempo vivevo a Newton-le-Willows, nella contea del Merseyside, avevo 72 anni e lei si chiamava Bettie Cuadretti, Cuadretti con la C, era la sorella minore dell'odiata Connie Cuadretti, l'inventrice del Roller Derby.
Fu bruttissimo perchè Bettie Cuadretti, che era sempre molto stressata, soffriva di gastrite e con quel bacio mi veicolò i suoi succhi gastrici.
Acre e pungente, caustico e corrosivo, così fu il mio primo bacio.
Decisi che non avrei mai più baciato e lasciai Bettie Cuadretti, sennonché Connie Cuadretti, per vendicare la sorella,  venne a riempirmi di botte e accadde l'inaspettato.
Fu bellissimo, dopo avermi assestato diversi pugni in viso Connie Cuadretti mi guardò e disse, "sei carino così pesto", poi  mi baciò.
La sua bocca sapeva di jacaranda, la mia di sangue, per via dei denti che mi aveva rotto.
Era il 2 di dicembre, il 2 di dicembre.

Sesso e svago

 
 

Tigre-tigre

La tigre-tigre di Vimodrone, al momento
della nascita, rinuncia alle carateristiche strisce
per distinguersi dalla tigre comune.
Crescendo però il 99% di questi esemplari se ne pente
poichè scambiato per leonessa, mentre il restante
1% sfrutta la situazione a suo vantaggio.

Roller Derby

Io, Gesù, Adam Ant e Richard Ginori, da ragazzi, per passarci il tempo durante i lunghi pomeriggi nel Getsemani, eravamo soliti avvitarci le rotelle delle cassettiere Helmer di Ikea sotto le ginniche, e poi via a girare in tondo tra gli ulivi.
Un giorno, l'odiata Connie Cuadretti, Cuadretti con la C, che da tempo ci spiava, dopo aver operato la medesima customizzazione alle sue polacchine col tacco, prese a girare in tondo con noi, superandoci e rimpiendoci di botte.
Richard e Gesù si fecero subito da parte, il primo per via delle ossa fragili, quasi fossero di ceramica e il secondo per il trip della bontà che già da allora lo inibiva.
Io e Adam invece provammo a renderle pan per focaccia ma, ahinoi, prendemmo altre botte.
Dopo quella volta non andammo più nel Getsemani a pattinare, Connie Cuadretti invece mise insieme una squadra di picchiatrici a rotelle ed inventò il Roller Derby.

Lustrini

Il 97% di chi si stropiccia gli occhietti stanchi con
particolare intensità, vede banali lustrini,
il 2% vede Gesù e il restante
1% La guerra lampo dei Fratelli Marx.

Nell'anno del mio compleanno

Nell'anno del mio compleanno vorrei ricevere un regalo.
Nell'anno del mio compleanno, come regalo, vorrei
che regnasse finalmente la pace e non ci fossero
mai più guerre tra me e Jude Law.
Nell'anno del mio compleanno, nell'anno del mio compleanno. 

Vincent Price

E' risaputo che i grandi attori come Vincent Price,
Vincent Price e Vincent Price, che hanno dato vita ai classici
del cinema del terrore, a dispetto del loro alito ghiacciato di morte
che ghiacciava la morte di morte ghiacciata, fossero in realtà persone squisite
con le quali conversare, magari davanti ad un tè caldo e a dei pasticcini.
E quando ci si rendeva conto che il tè era avvelenato era ormai troppo tardi.

Sticky heart

Forse non tutti sanno che il cuore umano
è composto per il 99,93% da cingomma,
e per lo 0,07% da resina di nebbia.

Nebbia

Domani, alle 4 del mattino,
presso il secolare ippocastano di Bunhill Fields
nel London Borough of Islington,
al via il mio corso per creare simpatici
pupazzi d nebbia in attesa del Natale.

"No, non ho detto gioia"

In una umida domenica pomeriggio di novembre del 1819,
io, Queequeg, il gabbiano Jonathan Livingston, Adam Ant e Gesù,
ci venimmo a noia l'un con gli altri.

Bossa nova

Quelli di umore plumbeo
prendano la loro pianella Bontempi,
selezionino il ritmo bossa nova
e si lascino ipnotizzare dalla base elettronica
fino a scindere l'anima dal corpo.
Tutti gli altri proseguano tranquillamente
con le loro faccende.

Giraffa-tigre

La giraffa-tigre di Portogruaro
ha un collo talmente lungo, fino a 60 metri, che può raggiungere
con facilità il tetto di un condominio ed installarvi una parabola.
Non è vero, ho inventato tutto.

Gargantua - un dramma di Julio Roberts

ATTO UNICO

"Ahhhhh... tu... tu... Gargantua di un Gargantua!"
"Ma chi, io?"
"Tu, sì tu. Gendarmi conducetelo alle prigioni"
"No no nooooooooooooooooooo..."

FINE

Tunnel dell'amore

Il 15 novembre del 1621 Etta Hobbs di Coalbrookdale
si recò al luna park ed entrò nel tunnel dell'amore col marito Basil.
All'uscita del tunnel si accorse che al suo fianco non c'era
più il marito Basil, bensì Jude Law.
Vissero felici e contenti.
Per dovere di cronaca va detto che, successivamente a
quel fatto, le capitò alcune volte di andare al cinema e di vedere il marito
Basil recitare in modo mediocre in pellicole di grido.


Smurfette 3000


TRAMA
Nell'anno 3000 lo spread tra i buoni del tesoro di Pufflandia
e i bund tedeschi raggiunge livelli insostenibili.
Pufflandia dichiara bancarotta e
per le strade regna il caos. 
Alla fine Grande Puffo muore.

Rumori molesti

Le prime tracce di rumori molesti risalgono all'antica Mesopotamia.
Di probabile origine unna invece le scarpe che fan CIC CIAC.

Cos'è l'amor?


Alla domanda "cos'è l'amor?"
il 97% degli intervistati risponde "non so spiegarlo senza essere stucchevole",
il 2% "è Dio",
il restante 1% "non so, all'amor pensa mia moglie".

Default

Il 97% di chi vive in un paese a rischio di default
è convinto che aver continuato ad utilizzare
una moneta da Lire 500 per sbloccare il
carrello della spesa gli tornerà utile.
Il 2% si nutrirà di bacche e non farà più la spesa.
Il restante 1% "non so, alla spesa pensa mia moglie".

  

Ramón, atto finale.

Sono sveglio da poco, mentre mi preparo la colazione sento
l'inconfondibile rombo di un ciclomotore garelli, è del postino di
Shipston-on-Stour, nel Warwickshire, qui dove vivo.
Dalla finestra vedo che infila una lettera nella mia cassetta della posta.
Esco, così come sono, percorro il vialetto in pantofole di Spongebob
e vestaglia di flanella a quadri.
Apro la cassetta e recupero la busta.
Mentre rincaso la osservo, viene da Belo Horizonte, in alto a
sinistra come mittente c'è scrito solo "Ramón".
La apro curioso, seduto sul mio futon Ikea.
 C'è una foto, questa...


Leggo quanto scritto sul retro con inchiostro turchino...

Hey sono Ramón, in questa foto è immortalato l'ultimo momento di
felicità che ho avuto con Ursula, non riesco a dimenticarla.
Me ne vado per un po', non cercarmi. Addio.

Tremo tutto, Ramón è Elvis. Ramón, il mio io depresso, è Elvis.
In tutto questo tempo non ha fatto altro che cercare se stesso.
Come tutti.
 Torna presto Ramón.
Torna presto Elvis.

DRIIIN DRIIIN

Il telefono, chi sarà?

DRIIIN DRIIIN

- Sì, pronto.
- Hey, sono Felipe.
- Chi?
- Felipe, il tuo io ipocondriaco.
- Gesù...

FINE?

Ramón, il mio io depresso, torna a fare ciò che gli riesce meglio...

DRIIIN DRIIIN

- Sì, pronto.
- Hey, sono Ramón.
- Ramón, hai una voce da oltretomba, ci sono problemi?
- Giaggià... Ursula.
- Ramón, tu e Ursula, il tuo io depresso, non vi sposate più?
- No, Ursula era uno io depresso molto giovane, senza esperienza, non ha retto a tutta la felicità che le provocava la nostra relazione ed è svanita, è tornata in me.
- Che peccato. Che farai ora Ramón?
- Riprenderò a fare quello che mi riesce meglio, cercare Elvis.
- Scusa se te lo dico Ramón ma cercare Elvis non ti riesce proprio bene bene bene.
- Hey, vaffanculo!
- Ramón, scusa ho esag...

CLICK
TU TUUU TU TUUU

- Dovevo usare un po' più di tatto, Ramón, il mio io depresso, in questo periodo è un po' depresso...

Ramón, il mio io depresso, vuole sposare Ursula, ma...

DRIIIN DRIIIN

- Sì, pronto.
- Hey, sono Ramón, giaggià!
- Ramón, che voce squillante, che succede?
- Io e Ursula ci sposiamo!
- Ramón, tu e Ursula? Vi siete appena conosciuti.
- Giaggià, ma ci amiamo.
- Ramón sei sicuro che questa cosa si possa fare?
- Che vuoi dire?
- Non so Ramón, uno io depresso, il mio in questo caso, cioè tu, che si sposa con il suo io depresso, cioè Ursula...
- Non ci trovo nulla di strano, io e Ursula siamo felici.
- Ramón è proprio questo il punto, due io depressi come possono essere felici?
- ...
- Ramón?
- ...
- Ramón, sei ancora lì?
- Sto svanendo, sono felice e sto svanendo, torno in te. Tornare in te no! Tornare in te no no! Tornare in te no no no! Non ora, devo sposare Ursula!
- Mi dispiace Ramón, che situazione deprimente.
- Giaggià, deprimente... Hey, deprimente! Non sono più felice, posso sposare Ursula! Oh no, sono di nuovo felice, non posso sposare Ursula, mi deprimo. Hey, sono depresso, posso sposare Ursula...
- Dannazione Ramón, finiscila!
- Hey, è solo colpa tua, vaffanculo!
- Ramón, non dare la colp...

CLICK
TU TUUU TU TUUU TU TUUU

- Povero Ramón, il miraggio della felicità sta facendo impazzire il mio io depresso.

Ramón, il mio io depresso, viene contattato da Ursula...

DRIIIN DRIIN

- Sì, pronto.
- Hey, sono Ramón.
- Che vuoi Ramón?
- Non trattarmi male, sono depresso.
- Ovvio che sei depresso Ramón, sei il mio io depresso.
- Non sai la novità.
- Quale novità Ramón?
- Oggi ero particolarmente giù di morale per non aver trovato nemmeno una traccia di Elvis e mezz'ora fa mi telefona Ursula.
- Ursula? Ramón, chi è Ursula?
- Si è presentata come il mio io depresso.
- Cosa cosa? Ramón, stai dicendo che tu, il mio io depresso, hai a tua volta uno io depresso?
- Giaggià.
- Non è possibile Ramón!
- Oh lo è eccome. Mi ha pure sbattuto il telefono in faccia!
- Ahaaa ora sai che si prova Ramón.
- Hey vaffanculo!
- No aspetta Ramón, dimmi di Urs...

CLICK
TU TUUU TU TUUU TU TUUU

- Ramón ha subaffittato la mia depressione, lo avevo sopravvalutato.

Enigmistica

Le prime tracce di unisci i puntini risalgono
all'antica Mesopotamia.
Nascono invece a Cartagine i quesiti della Susi.

Virus-tigre del Nilo

Il virus-tigre del Nilo può costringere l'uomo
 a stare chiuso in bagno fino a 15 anni.
Allo scadere del 15° anno, se sopravvissuto,
l'uomo viene eletto Faraone a vita.
Non è vero ho inventato tutto.
Quasi tutto.

Ramón, il mio io depresso, trova un'altra traccia di Elvis...

DRIIIN DRIIIN DRIIIN

- Sì, pronto.
- Hey, sono Ramón.
- Non ho voglia di litigare Ramón.
- Giaggià, nemmeno io. Chiamavo per dirti che ho trovato un'altra traccia di Elvis, un pelo di basetta, lungo la via.
- Un pelo di basetta? Ramón, non potrebbe essere un pelo di cane?
- E' un pelo di basetta perchè io voglio che sia un pelo di basetta.
- Non basta volerlo Ramón!
- Volere è potere.
- Ramón, parli per frasi fatte.
- Fatte non foste a viver come brute.
- Non significa nulla in questo contesto Ramón e comunque è "Fatti non foste a viver come bruti", semmai.
- Maschilista!
- Non sai quel che dici Ramón!
- Hey, vaffanculo!
- Ramón, io ti...

CLICK
TU TUUU TU TUUU TU TUUU

- Ignorante di un Ramón... Un momento se lui è ignorante, anche io sono ignorante. Aiuto, l'ignoranza no! L'ignoranza no no! L'ignoranza no no no!

Il grande nulla

E così...

Forse

Il 99% delle donne marchigiane dice "forse" in maniera impeccabile,
non dice "fooorse", non dice "fourzi" e nemmeno "forsee",
no no, dice "forse".
Il restante 1% delle donne marchigiane preferisce non dare speranze, pertanto non dice nulla.
Ahhh le donne marchigiane...

Ramón, il mio io depresso, mi chiede scusa...

DRIIIN DRIIIN

- Sì, pronto.
- Hey, sono Ramón.
- Ramón, ne hai di faccia tosta!
- Giaggià, ma ho chiamato per chiedere scusa.
- Veramente? Mi sorprendi Ramón. Ok, sentiamo.
- Sentiamo cosa?
- Come sentiamo cosa? Le tue scuse Ramón!
- Ma te le ho fatte prima, all'inizio della conversazione.
- Ma quelle non erano scuse Ramón, quando uno chiede scusa deve dire almeno "ti chiedo scusa".
- Ti chiedo scusa.
- Ramón, non mi sembrano tanto sentite queste scuse, aggiungi qualcosa, che non ti abbia suggerito io magari.
- Ti chiedo scusa scusa.
- Ramón, ma sei deficiente?!
- Hey vaffanculo!
- Ramón, ritira subit...

CLICK
TU TUUU TU TUUU TU TUUU

-  Ramón, verrà il giorno che non sarai più depresso, allora tornerai in me e te la farò pagare.

Ramón, il mio io depresso, trova una traccia di Elvis...

DRIIIN DRIIIN

- Sì, pronto.
- Hey, sono Ramón.
- Ramón, prima che tu dica qualsiasi cosa, ti avverto, se mi sbatterai ancora il telefono in faccia ti ucciderò.
- Non puoi farlo, io sono te, ti faresti solo del male.
- Già il fatto che tu esista significa che mi faccio del male.
- Giaggià, ma se io non esistessi saresti condannato a sorridere per tutta la vita, sai la noia... E comunque ho chiamato per dirti che ho trovato una traccia di Elvis. Un lustrino della sua giacca, lungo la via.
- Ramón, un lustrino lungo la via non è una traccia di Elvis!
- Sì, che lo è.
- Ramón, sai quante persone ci sono al mondo che indossano giacche con i lustrini?
- Giaggià, e quante ne conosci tu?
- Io? Beh... nessuna... ma non significa nulla, basta accendere la TV, ci sono un sacco di persone che indossano giacche con i lustrini in TV.
- Tu però mi insegni che la TV è finzione. Le soubrettes e i presentatori, finito lo spettacolo, indossano giacche austere e tornano a casa. Elvis no, lui va per le vie in giacca di lustrini. Giaggià.
- Ramón, dici un mare di assurdità e poi finiscila con quel "giaggià", per la miseria!
- Hey vaffanculo!
- Ramón! Guarda che ora mi inc...

CLICK
TU TUUU TU TUUU TU TUUU

- Lo ha fatto di nuovo, Ramón, il mio io depresso, mi ha attaccato di nuovo il telefono in faccia! Bastardo di un Ramón...

Sesso e priapismo

Al telefono con Ramón, il mio io depresso...

DRIIIIN DRIIIIN

- Sì, pronto.
- Hey, sono Ramón.
- Ramón! Come va? Sei ancora a Rio de Janeiro sulle tracce di Elvis?
- Giaggià, ma ancora niente, ho trovato solo un ex criminale nazista morto.
- Morto? E come l'hai trovato se è morto?
- No no, quando l'ho trovato era vivo...
- Ramón, non dimenticare che tu sei me, non mettermi nei casini ok?
- Giaggià...
- E quindi, Elvis? Perchè vuoi trovarlo Ramón?
- Non voglio trovarlo, voglio solo cercarlo.
- Ma che senso ha Ramón?
- Cercarlo e non trovarlo fa di me il tuo io depresso, se lo trovassi non sarei più depresso e dovrei rientrare in te.
- Ti fa così schifo essere me Ramón?
- No, non è questo, è che vorrei vivere per conto mio.
- Ne abbiamo già parlato Ramón.
- Giaggià...
- Non ti sopporto quando dici "giaggià" Ramón.
- Hey, vaffanculo!
- Che cazz... Ramón, non ti permettere...
CLICK
TU TUUU TU TUUU TU TUUU

- Mi ha chiuso il telefono in faccia! Cioè, il mio io depresso mi ha chiuso il telefono in faccia! Bastardo di un Ramón...

Ramón

Ramón, il mio io depresso, tiene a bada i morsi della fame
con dei crackers senza sale.
Questo spiega la depressione, ma non spiega perché
il suo nome sia Ramón.
Gradisci un muffin Ramón?

Mucca-tigre

La mucca-tigre del Saskatchewan produce, in un solo giorno,
fino a 800 litri di latte velenosissimo che,
pertanto, viene buttato. Non è vero, ho inventato tutto.

Coscienza

Per motivi miei personali non voglio avere una coscienza.
Una coscienza no.
Una coscienza no no.
Una coscienza no no no.

Dio, quel musone...

Dio a me non sembri poi tanto misericordioso,
guarda, neanche te lo dico a volte cosa mi sembri...
Che se è ancora per quella faccenda del frutto
oggi vado alla Coop e te lo ricompro,
poi però ci dai un taglio, ok?

Consulenze

Il 24 ottobre del 1715 Etta Hobbs di Eaton Bray,
seduta dirimpetto al consulente matrimoniale
Potton Potton Benjamin Beaumont Potton di Potton,
riferì il seguente messaggio del marito Basil:
"Non posso venire, emetta cortesemente parcella dimezzata".

Liste

Il 97% di chi spunta una lista usa le X perchè odia chi ha fatto la lista,
foss'anche egli stesso.
Il 2% usa le V in quanto aperto verso il prossimo, tanto è vero che,
finita la spunta, ha voglia di fare sesso.
Il restante 1% non ha la penna e dimentica di comprare il dentifricio.

Mexican Lady Wrestlers from Mars

TRAMA
Una colonia di lottatrici di origini messicane completamente inserite nel
tessuto sociale di Marte, decide di inviare nella galassia una propria
rappresentante per punire i maschi più beceri.
Il primo pianeta a cui farà visita sarà la terra.
Alla fine lui muore, ma anche tanti altri.


Polpo-tigre

Il polpo-tigre dei mari del sud ha tentacoli talmente sviluppati
da riuscire a sbottonare la divisa di un ussaro in pochi secondi.
Non è vero, l'ho inventato.


Quadranti quadri

Il 17 ottobre del 1901 Albert Einstein, rivolgendosi a me Adam Ant e
Godwin Brumowski, disse:
 "Niuna lancetta giungerà mai agli angoli dei vostri orologi quadri."

Capra-tigre

La capra-tigre del Borneo può vivere fino a 150 anni.
Non è vero, me la sono inventa.

Sanremo

Le prime tracce della città di Sanremo
risalgono all'antica Mesopotamia.
Si attribuiscono invece ai Magno Greci le
dicerie sui conducenti di autovetture in cappello.

Flanella

Anni fa, un cantante folk in camicia di flanella, mi chiese se
volevo essere la sua musa ispiratrice (a quei tempi ero donna),
"No" gli risposi.

Killer pannolenci

TRAMA
Una casa di produzione cinematografica conduce esperimenti illegali su bambole di pannolenci allo scopo di mettere a punto un siero che impedisca alle persone che raccontano le trame dei film di raccontare le trame dei film.
Un giorno una bambola di pannolenci, alla quale era stata iniettata una dose esagerata di siero, fugge ed inizia ad eliminare tutti quelli che raccontano le trame dei film.
Alla fine lui muore.
Oh no, vi ho raccontato il finale, muoio.

Odio Pingue

Il 14 ottobre del 1949, presso l'abbazia di Hailes nel Gloucestershire,
io (ex Julio and the Roberts), Gesù (ex Jesus and Mary Chain),
Adam Ant (ex Adam & the Ants) e Ballo (ex Lunapop),
formammo l'orchestra musica e spettacolo Odio Pingue
al solo scopo di avere più ragazze.

Antigravity Girl

TRAMA
Un'industria calzaturiera russa, alla fine della guerra fredda,
vende il progetto di un paio di scarpe da tip tap
antigravitazionali ad una soubrette marchigiana dai capelli aubergine.
Nasce così Antigravity Girl.
Lei ha un lui che però alla fine muore.

Plastica

Oggi alle 5 PM, presso il circolo delle suffragette di Sempringham,
 insegnerò ai presenti e alle presenti ad addobbare le ringhiere dei terrazzi
con edera in plastica lucida di colore verde innaturale.

Wonder Mascara

TRAMA
Un'industria di cosmetica, dopo svariati attacchi da parte di gruppi animalisti,
smette di testare i propri prodotti sui cincillà ed inizia la
sperimentazione sulle soubrettes bionde.
Un giorno qualcosa va storto e nasce Wonder Mascara.
C'è anche un lui nella storia, però alla fine muore.


Uomini in corso di invecchiamento

Uomini in corso di invecchiamento si chiedono perchè i giovani
diano loro del lei.
Uomini in corso di invecchiamento iniziano a fare sport troppo tardi.
Uomini in corso di invecchiamento vorrebbero avere
un'automobile modello spider.
Uomini in corso di invecchiamento proprio non si vogliono rassegnare.
Uomini in corso di invecchiamento si lamentano degli acciacchi.
Uomini in corso di invecchiamento indossano t-shirts stampate.
Uomini in corso di invecchiamento parlano di donne in modo becero.
Uomini in corso di invecchiamento ma dove volete andare?
Uomini in corso di invecchiamento ma chè ti sei tinto i capelli?
Uomini in corso di invecchiamento ma dai, che schifo!
Uomini in corso di invecchiamento che hai detto? Ripeti se hai coraggio!
Uomini in corso di invecchiamento, in corso di invecchiamento.

Sudore

Oggi alle 4 PM,
presso la sala polivalente di Broughton-in-Furness,
insegnerò a creare bellissimi cammei con la resina di sudore
versato e conservato nella recente estate.

Tulipani

Dal 1908, ogni 10 di ottobre,
Etta Hobbs di Long Buckby, dopo essersi alzata dal letto,
 si dirige verso la parete est del salotto e chiede alla testa imbalsamata
del marito Basil: "Tu mi ami?" 
Non ottenendo risposta va in giardino
e semina tulipani.

Spine

Da oggi, e per tutto il mese di ottobre,
presso il municipio di Burgh le Marsh
al via la distribuzione di spine per chi rinascerà pianta grassa.