Insetti, concerti e Bar Mitzvah

Una mattina di fine luglio del 1588, io, Gesù e Adam Ant, ce ne stavamo al ripararo dal sole cocente sotto ad un cedro atlantico all'idroscalo di Milano.
Adam, vedendomi scacciare un insetto fastidioso, disse:
"In estate vorrei essere una zanzara, così andrei a tutti i concerti delle mie orchestre musica e spettacolo preferite senza pagare il biglietto."
"La vita media di una zanzara adulta maschio è di 10/15 giorni, non ne vedresti poi tanti di concerti." Gli fece notare Gesù.
"D'accordo allora facciamo una mosca." Replicò Adam.
"La vita media di una mosc.."
"Ahhh ma che palle, sto solo fantasticando!"
"Scusa, è che al compimento del mio tredicesimo anno di età non ho avuto il Bar Mitzvah che sognavo, da quel giorno ho smesso di fantasticare."
Adam iniziò a raccimolare le sue cose col chiaro intento di andarsene.
"E ora? Dove te ne vai?" Gli chiese Gesù.
"Al concerto dei Beach Boys." Rispose. Poi si fece calabrone e volò via.
Volò via.

Alito

DRAMMA

 in Atto Unico

di Julio Roberts


"Amami, Paquita Conception."
"No, Alvaro Ramiro."
"Perchè no, Paquita Conception?"
"Per via del tuo alito, Alvaro Ramiro."
"Lavo i denti tre volte al dì, Paquita Conception."
"Evidentemente non basta, Alvaro Ramiro."
"Che altro vuoi che faccia, Paquita Conception?"
"Potresti tenere chiusa la bocca, Alvaro Ramiro."
"Se è questo che vuoi, lo farò, perchè ti amo, Paquita Conception."
"Intendevo da subito, Alvaro Ramiro."
"Beninteso da subito, Paquita Conception."
"Per subito intendo ora, Alvaro Ramiro."
"Certo, ora, Paquita Conception."
"Buon Dio, taci, Alvaro Ramiro!"
"Sto tacendo, Paquita Conception!"

BANG BANG

"Mi hai sparato, Paquita Conc..."

BANG BANG

"...ept..."

BANG

"...ion?"

BANG

"Sì, ti ho sparato, ma sento ancora quel cattivo odore, Alvaro Ramiro."
"Guarda, i vicini hanno chiamato il lavaspurgo, Paquita Concep..."

BANG BANG BANG

"...tion."

FINE

Shabby chic

Questa sera,
presso il circolo Massonico degli Illuminati di Saxmundham,  nel Suffolk,
al via il mio corso per creare simpatiche tende da interno
in stile shabby chic,
con il solo utilizzo di medicinali scaduti.

Hello boys

Il 24 luglio del 1607, lo scienziato e cantante melodico Franzisco Telemaco Boiron Boiron, elaborò un'interessante teoria secondo la quale i nomi di orchestre musica e spettacolo contenenti la parola Boys (come Beach Boys o come la sua stessa orchestra musica e spettacolo, Franzisco Telemaco Boiron Boiron & The Boys), fossero appropriati fino al compimento dei 29 anni di età dei membri dell'orchestra musica e spettacolo, poco appropriati dal compimento dei 30 anni di età fino ai 69, di nuovo appropriati dal compimento dei 70 anni di età in poi.
Ancora oggi questa teoria è tenuta in larga considerazione in quasi tutti i paesi del mondo.


Gesù, ma come ti vesti?

Ogni 19 di luglio mi torna alla mente quel 19 di luglio del 1531, quando io, Adam Ant e Richard Ginori, telefonammo per raccomandare Gesù alla redazione del programma televisivo Ma Come Ti Vesti?, quello dove gli amici carogne di uno che si veste male, raccomandano il loro amico che si veste male a Carlenzo Watson Mitchell e ad Enza Carla Mitchell Watson, due che se ne intendono, per rifargli il look da capo a piedi.
La redazione ci disse di portare l'indomani il nostro ignaro amico Gesù davanti all'idromeleria Hobbs, quella che sta in un angolo, a Pudsey, nella contea del West Yorkshire, alle 10 in punto di mattina.
Così facemmo, il giorno seguente, con la scusa di un buon boccale di idromele, ci sedemmo ad un tavolino all'esterno del locale ed ordinammo.
Alle 10 in punto, dall'angolo dell'edificio, sbucarono Carlenzo Watson Mitchell ed Enza Carla Mitchell Watson che gridarono all'unisono:

"GESU', MA COME TI VESTI?!"

A Gesù prese un colpo per lo spavento e ci sputò addosso l'idromele che aveva iniziato a sorseggiare.
Carlenzo Watson Mitchell ed Enza Carla Mitchell Watson, che erano vestiti come confetti, iniziarono a criticare l'outfit di Gesù poi gli misero in mano una carta di credito e due shopping bag e gli strapparono di bocca un "Sì", alla domanda, posta sempre all'unisono, "Accetti di affidarti alle nostre mani esperte per risolvere il tuo problema?"
Quando i due confetti se ne furono andati, Gesù, che non aveva mai visto la trasmissione e continuava ad ignorare il nostro coinvolgimento, un po' confuso ci chiese:
"Ma quale problema?"
E poi:
"Cos'è un outfit?"
Le nostre matte risate...
Di lì a poco alcuni uomini della redazione prelevarono Gesù per portarlo al quartier generale dai due confetti, mentre altri della redazione rimasero per registrare me, Adam e Richard, che spiegavamo davanti alle telecamere il motivo per cui ci eravamo rivolti a Carlenzo Watson Mitchell e ad Enza Carla Mitchell Watson, i due confetti appunto.
Il primo ad essere registrato fui io e dissi:
"E' una vita che indossa quei sandali orrendi, fanno cagare, Carlenzo, Enza Carla, aiutateci voi porca puttana!"
La parte da "fanno" in poi venne tagliata e non andò in onda.
Il secondo ad essere registrato fu Richard, che disse:
"Il suo problema sono gli accessori, gira sempre con quella corda da impiccato legata in vita, Carlenzo, Enza Carla, aiutateci voi porca puttana!"
La parte da "gira" in poi venne tagliata e non andò in onda.
L'ultimo ad essere registrato fu Adam, che disse:
"Ha quel cazzo di sacco di juta per vestito che, quando andiamo a ballare al Baba Beach di Porto Potenza Picena, dobbiamo dirgli di stare ad almeno 20 metri di distanza altrimenti non riusciamo a rimorchiare le strappone. Carlenzo, Enza Carla, aiutateci voi porca di quella puttana!"
La parte da "Ha" in poi venne tagliata e non andò in onda.
A dire il vero tutto il programma non andò in onda, infatti, mentre sugli abiti Gesù si lasciò svogliatamente consigliare, su barba e capelli fu irremovibile, guai a loro se glieli avessero tagliati.
Così lo vestirono come un confetto e, senza accorciarla di un solo millimetro, gli cotonarono, esagerando parecchio parecchio parecchio, la chioma.
Insomma, alla fine sembrava Dave Grohl in quel video tanto tanto tanto divertente, Long Road To Ruin, avete presente?
Quando lo posero davanti allo specchio affinchè potesse vedere la sua trasformazione, Gesù, rosso rosso rosso dalla vergogna, vi si tuffò letteralmente dentro, scomparendovi.
Enza Carla Mitchell Watson svenne... no, scusate, Carlenzo Watson Mitchell svenne ed Enza Carla Mitchell Watson gli diede qualche calcetto nel costato con la scarpa tacco 12 per capire se era ancora in vita.
Ecco perchè quella puntata non andò mai in onda.
Gesù ricomparve dopo più di un mese all'idromeleria Hobbs, indossava i suoi soliti sandali e il sacco di juta legato in vita con la corda, ma la cotonatura quella non era riuscito a scalfirla, la lacca che gli avevano messo per fissarla era veramente troppa. Veramente troppa.

Impero Romano's got talent

Ogni 17 di luglio mi torna alla memoria il 17 di luglio dell'anno 24.
Quel giorno io, Gesù e Adam Ant, di buon mattino, ci mettemmo in fila davanti al colosseo per i casting del primo talent show della storia, Impero Romano's Got Talent.
L'attesa fu interminabile. Dopo ore e ore sotto al sole cocente, stanchi e disidratati, arrivò finalmente il nostro turno.
Due centurioni ci scortarono al cospetto dell'Imperatore Aulo Vitellio che, mangiando uva sdraiato su una chaise longue di oro zecchino, con due sventagliatori ai lati e attorniato dai suoi uomini più fidati, con un cenno del capo ci fece capire che potevamo iniziare.
Adam, che era il più spigliato, fece una breve introduzione:
"Siamo una boy band, ci chiamiamo Pechblenda, presentiamo un brano a cappella di autore sconosciuto che si..."
L'imperatore, con un altro cenno eloquente, gli fece capire di tagliare corto e di iniziare a cantare.
Io diedi il La ed attaccammo:

"Mattone su mattone
viene su la grande casa,
che fatica, che fatica che si fa!
Perché?
Mattone su mattone
viene su la grande casa,
è il Signore che ci vuole abitar con te."

L'imperatore, sempre continuando a mangiare uva, con l'ennesimo cenno eloquente stavolta della mano, ci fece capire quello che il pro-console Ottavio Gregor Mc Gregor tradusse a parole:

"POLLICIUZIO VERSATILIO!"

Udendo il verdetto, i due centurioni che ci avevano introdotto nell'arena aprirono una grata dalla quale uscirono tre gatti soriani.
Erano gatti di strada di quelli spelacchiati e con l'aria poco raccomandabile, il primo aveva una benda sull'occhio destro, il secondo portava un orecchino ad anello nell'orecchio sinistro e il terzo aveva la coda spezzata in tre punti conferendole la forma di un gancio o di un punto interrogativo.
Io e Adam facemmo una risatina.
"Possiamo gestirli." Disse Gesù.
Non riuscimmo a gestirli. Si attaccarono a noi come ventose, ci graffiarono e ci scarnificarono in più punti, mentre ci rotolavamo per terra nel tentativo di toglierceli di dosso.
Quando Aulo Vitellio ritenne che fosse sufficiente alzò la mano non impegnata con l'uva e il pro-console Ottavio Gregor Mc Gregor emise un richiamo per i soriani:

"PFFFSSSHHH!"

Uscendo dal colosseo, un suonatore di cetra della categoria over 70 che invece stava per entrare, ci chiese:
"Com'è andata ragazzi?"
"Vaffanculo, porca puttana!" Gli rispose Adam.
Impolverati, graffiati e scarnificati ci incamminammo per la via di casa, a quei tempi abitavamo tutti e tre a Fregene.
Per un'ora abbondante nessuno parlò, solo Adam ad un certo punto disse:
"La prossima volta il brano lo scelgo io..." Poi tacque di nuovo per il resto del tragitto.
Per il resto del tragitto.

Gazpacho

Dramma in Atto unico di Julio Roberts


"Il più squisito gazpacho di sempre, Ines Dolores Dolores."
"Sarà per il potente veleno che gli aggiunsi, Paco Frascuelo Frascuelo."
"Perchè aggiungesti del potente veleno al gazpacho, Ines Dolores Dolores?"
"Per avvelenarti, Paco Frascuelo Frascuelo."
"E perchè avvelanarmi, Ines Dolores Dolores?"
"Non hai letto il titolo, Paco Frascuelo Frascuelo?"
"Gazpacho - Dramma in Atto unico di Julio Roberts, questo leggo nel titolo, Ines Dolores Dolores."
"Appunto, dramma, non commedia, dramma. Conosci forse qualche dramma a lieto fine, Paco Frascuelo Frascuelo?"
"Perchè io, Ines Dolores Dolores?"
"I protagonisti siamo soltanto noi due ed io preparo un gazpacho troppo squisito per finire avvelenata, Paco Frascuelo Frascuelo."
"E ora che accadrà, Ines Dolores Dolores?"
"Da un momento all'altro si leggerà la scritta FINE, Paco Frascuelo Frascuelo."

FINE

"Ma il potente veleno che mettesti nel gazpacho non ha ancora fatto effetto, Ines Dolores Dolores."
"Nell'attesa gradisci dell'altro gazpacho, Paco Frascuelo Frascuelo?"
"Molto volentieri, sai che non so resistere al tuo squisito gazpacho, Ines Dolores Dolores."

FINE

Pogrom

Il 97% dei bambini maschi nati  tra il 1830 e il 1840 a Swaffham, nella contea del Norfolk, appassionati di incendio di formicai con alcool e cerini, da grandi sono diventati feroci Zar russi che hanno acconsentito e appoggiato pogrom antisemiti, il 2% ha riportato ustioni di una certa importanza, mentre il restante 1% ha vissuto nel terrore dopo la lettura di Kafka.

Cerchi nel grano

Il 12 luglio del 1595 lo scienziato e cantante lirico Ignacio Macario Richardson Richardson elaborò la prima teoria al mondo sui cerchi nel grano. Egli escludeva in assoluto l'origine extraterrestre sostenendo che il fenomeno fosse la burla di esseri umani che, per imprimere i pittogrammi nei campi di cereali, prendevano a prestito astronavi.
Nel corso dei secoli vennero formulate molte altre teorie ma, ancora oggi, questa rimane la più accreditata.

Al ladro! Al ladro!

Quando l'8 luglio del 1651, immersa a fior di filo d'acqua, Etta Hobbs di Bournemouth, nella costa del Dorset sul mare Adriatico, scorse un farabutto che stava rubando il coniglio in porchetta portato per pranzo da sotto il suo ombrellone, gridò "Al ladro! Al ladro!" più forte che potè e vedendo il marito Basil uscire dall'acqua per lanciarsi all'inseguimento, commentò: "In cinquant'anni di matrimonio mai prima d'or correr lo vidi."
Poi, istintivamente, prese una grossa conchiglia, di quelle dove si può sentire il rumore delle onde, se la portò all'orecchio e chiamò un'ambulannza.

Citazioni

"Il mercoleduzio è OUT, il gioveduzio è IN."

Imperatore Augusto, 29 A.C.

Scienza, mistero e frangipane

La sera del 4 luglio del 1694 Etta Hobbs di Rowley Regis, nella contea delle West Midlands, disposta a tutto pur di non perdere l'ultima puntata del reality show Pilotesse in Panne, sostituì le pile del telecomando con petali di frangipane così da impedire il cambio di canale, con conseguente visione del programma Scienza e Mistero, al marito Basil che, una volta aperto il telecomando per controllare lo stato delle pile, si chiese stupefatto: "Scienza o mistero?"

Matematica e cucina marchigiana

Alcune amiche suffragette di Leighton Buzzard, nella contea del Bedfordshire, mi chiedono con una certa insistenza a quando un corso di matematica applicata alla cucina marchigiana.
Purtroppo, per motivi di calendario, tale corso non potrà iniziare prima di settembre 2013, nel mentre, ritenendo di far cosa gradita non soltanto alle amiche suffragette di Leighton Buzzard, ecco in breve i fondamentali della materia: 

Potacchio + Potacchio = Fregantò

Fregantò - Potacchio = Potacchio

Potacchio x 2 = Fregantò

Fregantò : 2 = Potacchio